comunicato stampa di domenica 18 maggio 2008

(n. 79/2008) Follonica: “Déjà vu”, l’iniziativa di fotografia e musica sugli anni ’70,
torna al Casello Idraulico di Via Roma per la terza edizione, dal 19 al 25 maggio.

Dal 19 al 25 maggio, per Follonica, è ancora “Déjà vu”, l’iniziativa di fotografia e musica sugli anni ’70, organizzata da Andrea Michele Landini e patrocinata dall’amministrazione comunale.
Giunta al terzo anno di vita, la mostra sarà allestita nei locali dell’ex Casello Idraulico e il tema dell’esposizione riguarderà i viaggi di quel periodo: quelli che si facevano principalmente in autostop, con mete come l’Inghilterra e l’Olanda, e poi, per i più intrapredenti, l’Africa, l’India, il Nepal. Landini ha messo l’idea e tante foto, ma altri contributi sono arrivati da molti follonichesi, protagonisti di quell’epoca, quali Marco Corica, Loredana Sozzi, Luciano Malucchi.

Si comincia alle ore 18 di lunedì 19 maggio, con “Balkan Express“, una sorta di mostra nella mostra, organizzata e presentata da Maurizio Lipparini, fotografo e musicista massetano.
“Dopo questa nuova edizione – ha detto Andrea Landini – avremo tanto materiale fotografico a disposizione. Una documentazione preziosa alla quale hanno contribuito veramente tanti amici di quel periodo. Alcuni di loro, purtroppo, non ci sono più, e per questo credo sia giusto raccogliere in un catalogo, che sarà pubblicato il prossimo anno, un pezzo importante di storia cittadina, che Follonica ha vissuto con grande intensità”.
“Déjà vu”, non sono solo fotografie. Il giardino adiacente il Casello ospiterà, per tutta la durata della manifestazione, concerti e iniziative collaterali.

Dopo lÂ’inaugurazione del 19, questo il programma dei giorni successivi:
Martedì 20 ore 18, presentazione del libro “Credo nel vento” di Marco Chiavistrelli, presente l’autore e l’assessore alla cultura Sabrina Gaglianone. Alle 21 e 30 il concerto “L’albero e gli uccelli” con Marco Chiavistrelli (chitarra), Stella Cappellini (sassofono e voce) e il collettivo musicale “Amianto e Geotermia” della Val di Cecina.

Mercoledì 21, ore 21 e 30 concerto rythm and blues con i “Buffalo & The Electric” con Maurizio Lipparini (chitarra), Marco Franci (chitarra), Silvia Bientinesi (voce), Nuccio (armonica), Roberto Fenzi (batteria), Giuliano Giulianetti (basso).

Concerto per chitarra e voce, con note di sassofono, quello degli “Estrella de Agua”, in programma giovedì 22, sempre in orario serale: Stella cappellini (sassofono e voce) e Domenico Caliri (chitarra).

Venerdì 23 maggio tocca ai “Parafunky” con il jazz e i dintorni: Marco Gianni (tromba), Andrea Vanni (pianoforte), Rossano Gasperini (basso), Luciano Malucchi (batteria).

Il concerto di sabato 24, infine, è un omaggio al follonichese Giuliano Angiolini, prematuramente scomparso per un male incurabile, voluto dal maestro Maurizio Morganitini. Musica classica, ma non troppo, trattandosi di un excursus da “Mozart a Morricone”: Maurizio Morganitini (pianoforte), Antonella Benucci (soprano) Erika Zanaboni e Elisa Puccini (mezzo soprano). Festa di chiusura domenica 25 maggio, con grande rinfresco in giardino per tutti gli intervenuti. [n.g.]

Scrivi un Commento

Bisogna loggarsi per scrivere un commento. Login »